Se hai ben chiaro il sistema pensionistico pubblico attuale e ti sei fatto un’idea della tua situazione previdenziale INPS, ti puoi porre questa domanda: ti soddisfa pienamente?
Per fortuna la pensione pubblica non è la sola forma di previdenza esistente, occupiamoci di far luce sui sistemi integrativi di pensione.

COSA SONO? 

I sistemi integrativi di pensione sono delle forme pensionistiche complementari che si aggiungono alla pensione di base, hanno lo scopo quindi di darti un sostegno economico previdenziale più saldo aiutandoti a mantenere il tuo tenore di vita attuale anche durante la pensione.

COME FUNZIONANO ?

Pensione pubblica e fondi pensione operano con una logica differente:

Lo Stato con la pensione pubblica si limita ad eseguire una ripartizione dei contributi versati.
In sintesi: i lavoratori pagano i contributi, e questi servono a pagare le pensioni correnti. Ciò significa che oggi a pagare le pensioni sono i lavoratori attivi, mentre stando allo stato attuale delle cose, la tua pensione sarà finanziata dai lavoratori di domani. Il sistema quindi può reggere soltanto fino a quando i lavoratori attivi sono più dei pensionati. Ma oggi non è più così! Si pensi che ogni lavoratore attivo ha a carico quasi un pensionato e mezzo (dato di adn kronos del 2016).
Consapevoli di questa tendenza, nel 1996 fu istituito il metodo contributivo.

Facciamo l’esempio di un uomo che ha iniziato a lavorare dopo il 1996. La sua pensione sarà calcolata con metodo interamente contributivo, cioè sulla media di tutti i contributi da lui accumulati. Se questi vengono utilizzati per pagare le pensioni correnti con quali risorse verrà pagata la sua pensione?

Ecco che assumono un’importanza fondamentale i fondi pensione, che operano invece con una logica di ricapitalizzazione.

Che significa? I lavoratori versano periodicamente a questi fondi dei contributi, che vengono investiti seguendo l’indirizzo scelto dal lavoratore. Una volta raggiunta l’età pensionabile, viene erogato il capitale che è stato accumulato, che quindi è formato dai versamenti + i rendimenti ottenuti dall’investimento.

CHE TIPI DI FONDI PENSIONE ESISTONO?

I fondi integrativi di pensione di suddividono in:

fondi aperti: sono istituiti dalle compagnie assicurative o dalle banche e sono aperti a tutti i lavoratori.

In questi fondi ciò che viene versato resta separato dal capitale dell’ente che li gestisce, quindi il tuo capitale non viene intaccato in caso di difficoltà economiche dell’ente a cui ti rivolgi.

fondi chiusi (detti anche negoziali o di categoria): si differenziano dai primi perché per aderirvi bisogna far parte di una specifica categoria di lavoratori. Esistono ad esempio fondi chiusi di avvocati, metalmeccanici, chimici, ecc.. Per avere una panoramica completa dei fondi negoziali esistenti in Italia puoi controllare la lista qui

– Piani Integrativi Pensionistici (PIP):
sono istituiti esclusivamente dalle compagnie assicurative e vi può accedere chiunque, a prescindere dalla situazione lavorativa. E’ una pensione integrativa aperta dunque sia ai lavoratori, che a studenti, casalinghe e a chiunque si trovi a non avere una posizione aperta con il sistema pensionistico pubblico.
Come i fondi aperti, anche i Piani Integrativi Pensionistici danno un’importante garanzia a chi vi accede: il tuo capitale accumulato rimane al sicuro dalle vicende economiche che possono interessare la compagnia assicurativa alla quale ti rivolgi.

Vuoi più informazioni?

Contattaci e scopri di più


I LIMITI

I fondi integrativi sono un’opportunità importante per garantire un tenore di vita più possibile in linea con lr tue esigenze all’età pensionabile. Lo Stato incentiva i cittadini ad accedervi con dei rilevanti vantaggi fiscali, come la deducibilità dei contributi versati dal reddito.

L’accesso ad un fondo pensione non preclude la possibilità di accedere anche agli altri fondi, l’unico limite da tenere in considerazione è quello della deducibilità fiscale, non si può dedurre dalle tasse più di 5.164,57 euro annui.

 

 

 

Vuoi saperne di più e scoprire tutti i vantaggi fiscali?

Iscriviti e scarica l'e-book gratuito

Noi non facciamo spam, la tua email è al sicuro.

 

Francesca di Prato Assicura

Lascia un Commento, oppure contattaci.

Your email address will not be published.